“Imparo a guardare a imprestare lo sguardo. Imparo a ospitare. Custodisco con cura le parole poi le silenzio poi il suono. Mani grandi sorrisi abitabili. Vivere è ospitare.”

“In questo piccolo spazio vorrei che ogni uomo si sentisse a casa sua e, libero da costrizioni, potesse raggiungere la conoscenza di se stesso e incamminarsi nella sua strada forte e fiducioso. Vorrei che fosse una sosta di pace, di riflessione per ogni viandante che vi giunge, un posto dove l’ideale diventa realtà e dove … Continua a leggere “Imparo a guardare a imprestare lo sguardo. Imparo a ospitare. Custodisco con cura le parole poi le silenzio poi il suono. Mani grandi sorrisi abitabili. Vivere è ospitare.”

“Hyperlight”…

https://youtu.be/Od49AfIS2-U DUSTCorto di fantascienza "Hyperlight" presentato da DUST Due astronauti scelti si svegliano negli abissi dello spazio; ritornano alla loro astronave abbandonata e scoprono la sorprendente ragione dietro il catastrofico fallimento della loro missione. Sci-Fi Short Film DUST https://youtu.be/OuKUlhb7tlI #DUST #scifi #shortfilmThe Future Awaits | DUST https://youtu.be/t8LD0iUYv80 #DUST #scifi #shortfilmSci-Fi Short Film “FTL" | DUST https://www.youtube.com/watch?v=uWCGK4nneeU&list=RDCMUC7sDT8jZ76VLV1u__krUutA&index=2 Sci-Fi Short Film … Continua a leggere “Hyperlight”…

Io vagabondo …

(che non sono altro)
Nomadi
Io un giorno crescerò,
E nel cielo della vita volerò,
Ma un bimbo che ne sa,
Sempre azzurra non può essere l’età,
Poi una notte di settembre mi svegliai
Il vento sulla pelle,
Sul mio corpo il chiarore delle stelle
Chissà dov’era casa mia
E quel bambino che giocava in un cortile:
Io vagabondo che son io,
Vagabondo che non sono altro,
Soldi in tasca non ne ho ma la su mi è rimasto Dio.
Si la strada è ancora là,
Un deserto mi sembrava la città,
Ma un bimbo che ne sa,
Sempre azzurra non può essere l’età,
Poi una notte di settembre me ne andai,
Il fuoco di un camino
Non è caldo come il sole del mattino
Chissà dov’era…

🦋LeggiAmo 🦋i libri che ho letto / leggerò🦚promemoria🦚

I Nomadi

MEZZO SECOLO VAGABONDO: L’ITALIA CUI APPARTENGO IO

Di paolo-fusi

Loro, Augusto e Beppe, li chiamavano i Monelli. Non avevano nemmeno 15 anni, ed una Reggio Emilia assonnata e contadina, come era nel 1960 e nel 1961, era per loro la “grande città”, perché venivano da Novellara, che aveva poche migliaia di persone sparse tra frazioni e contado, ed alla Scuola Media due ragazzi che non riuscivano a star fermi, che studiavano ma non sopportavano le ore chiusi in classe, li chiamavano Monelli, ma avrebbe potuto essere peggio…

Disegno del fumettista FAM, in cui appaiono tutti gli ospiti famosi del Ristorante Da Vito in Via Musolesi – la crema di mezzo secolo di cultura italiana, da Guccini a Dalla e de André, da Gaber a Fernanda Pivano, da Ivan Della Mea a Ron, Augusto Daolio, Bonvi, Magnus, Vecchioni e chi più ne ha più ne metta

Beppe è un…

View original post 155 altre parole

Colosseo

Il progetto per un nuovo, vecchio Colosseo Con una complessa piattaforma di pannelli mobili, il ministero della Cultura vuole ripristinare l'arena al centro dell'anfiteatro romano https://twitter.com/mic_italia/status/1388815303639961600?s=21 Domenica il ministero della Cultura ha presentato il progetto per costruire una piattaforma che ripristinerà lo spazio dell’arena al centro del Colosseo, a Roma, sopra alle strutture murarie dei sotterranei attualmente … Continua a leggere Colosseo

Festival Biblico escursioni: una rubrica dedicata al turismo religioso

Eremo del Monte Rua, Torreglia (PD) L’Eremo Camaldolese del Monte Rua è un luogo di grande fascino e suggestione che si trova nel comune di Torreglia, nel cuore dei Colli Euganei in provincia di Padova. Situato proprio sulla cima del monte – a 416 metri di altitudine – l’Eremo è circondato da imponenti mura e … Continua a leggere Festival Biblico escursioni: una rubrica dedicata al turismo religioso

Buon 1° maggio a tutti, nessuno escluso, anche a chi un lavoro non c’è l’ha.

d.gramegna ✨ Io so gli odori dei mestieri:di noce moscata sanno i droghieri,sa d’olio la tuta dell’operaio,di farina sa il fornaio,sanno di terra i contadini,di vernice gli imbianchini,sul camice bianco del dottoredi medicine c’è buon odore.I fannulloni, strano però,non sanno di nulla e puzzano un po’ ✨ Gli odori dei mestieri (Gianni Rodari) Buon 1° … Continua a leggere Buon 1° maggio a tutti, nessuno escluso, anche a chi un lavoro non c’è l’ha.