Casablanca

wikipedia.org/wiki/Casablanca_(film) Suonala ancora Sam https://youtu.be/Hlt8dHitER4 mentre il tempo passa Casablanca di Gualtiero De Marinis - Enciclopedia del Cinema (2004) (USA 1942, bianco e nero, 102m); regia: Michael Curtiz; produzione: Hal B. Wallis per Warner Bros.; soggetto: dal testo teatrale Everybody Comes to Rick's di Murray Burnett e Joan Allison; sceneggiatura: Julius J. Epstein, Philip G. … Continua a leggere Casablanca

Caso Weinstein.

Tra le mie attrici preferite ci sono : Sandra_Bullock , Charlize_TheronUmaThurman, Asia Argento... dimenticavo (Ziva David) Cote de Pablo 38 anni, 12 Novembre1979 (Scorpione), Santiago del Cile (Cile) due sono coinvolte nel caso Weinstein Uma Thurman, thanksgiving al veleno: "Harvey Weinstein, non meriti neanche una pallottola" Contro il produttore di Hollywood travolto dallo scandalo molestie … Continua a leggere Caso Weinstein.

Non sembra ma La Se na “putAna”

Rivisitazione del dolce popolare "la putana" Nonna Cesira usava la farina gialla... e il dolce rimaneva nella stua per molte ore🙃 stiamo parlando degli anni 50/60 Ingredienti: Farina gialla di mais Farina bianca 00 Uvetta Fichi Noci Grappa Lievito per dolci 1/2 uova (facoltative) Zucchero e sale qb < strong>Io sono una grande "putAna"<<< Alcune … Continua a leggere Non sembra ma La Se na “putAna”

Il Cammino dell’Arcangelo Michele… con le 🦋Ali ai piedi👣

http://www.diquipassofrancesco.it/IT-Ali/ https://youtu.be/xk7c1YOiBoE Via Francigena http://www.camminafrancigena.it/it/resource/news/il-cammino-dellarcangelo Il Cammino dell'Arcangelo Sull'asse viario della Via Appia Traiana, a Benevento, si innesta un suggestivo cammino, detto Via dell'Arcangelo, o Via dell'Angelo, o Via Micaelica, meta antichissima di pellegrinaggi da tutta l'Europa cristiana longobarda e germanica. L’apertura della Via Micaelica, come inizio del “peregrinare a livello europeo”, può essere datata al 708, … Continua a leggere Il Cammino dell’Arcangelo Michele… con le 🦋Ali ai piedi👣

Puoi , leggere,leggere,leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù:e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura.

Alla mia nazione Pier Paolo Pasolini (Bologna, 5 marzo 1922 – Roma, 2 novembre 1975)  By leggoerifletto La meglio gioventù - Pier Paolo Pasolini Un poco ubriachi cantano, alla mattina presto, coi fazzoletti rossi stretti intorno alla gola, poi comandano rauchi quattro litri di vino e caffè per le ragazze, che ormai tacciono piangendo. Venite, treni, caricate questi giovani che cantano coi loro … Continua a leggere Puoi , leggere,leggere,leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù:e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura.

Sto benissimo soffro molto

il blog di Costanza Miriano

di Costanza Miriano

Io pensavo di sapere le cose. Anzi, da quando ho cominciato a scrivere libri dispensando consigli (non richiesti), a casa nostra è diventato ormai una sorta di topos letterario, un ritornello, il “sulla teoria sono preparata, è sulla pratica che posso migliorare” (la seconda parte della frase è quella più amata da qualche persona che ho sposato, e anche dalla gente bassa che abbiamo generato insieme). Ecco, dopo aver letto questo libro so che non sono preparata neanche sulla teoria. È ufficiale, è provato scientificamente ormai, da quando mi sono imbattuta nelle pagine di questo secondo volume delle catechesi dei Cinque Passi.

View original post 895 altre parole

Un Italia da record, è il Paese con il più alto numero al mondo di bellezze riconosciute patrimonio dell’Unesco. Ecco tutti e 53 siti

L'Arena di Verona. La città scaligera è stata dichiarata patrimonio Unesco nel 2000 (foto: La Presse) Nel nostro Paese ce ne sono 53: nessun altro al mondo ne possiede altrettanti. Solo la Cina tiene il passo con 52. Domina la Lombardia con 9 riconoscimenti, seguono Veneto, Toscana e Sicilia con sette L'Italia è il Paese … Continua a leggere Un Italia da record, è il Paese con il più alto numero al mondo di bellezze riconosciute patrimonio dell’Unesco. Ecco tutti e 53 siti

“un’ora di pace non è semplice da conquistare. Bisogna costruirla cancellando nel nostro intimo tutti i guazzabugli e le meschinità”

  "Credo che tutte le mattine, prima di mettermi al lavoro, dovrò rivolgermi al mio interno e rimanere una mezzora ad ascoltare quello che c'è in me: dovrò "immergermi in me stessa", potrei anche dire meditare, ma ho ancora qualche difficoltà con questa parola.E perchè dovrei farlo?. Una mezzora di pace in se stessi.Muovo le … Continua a leggere “un’ora di pace non è semplice da conquistare. Bisogna costruirla cancellando nel nostro intimo tutti i guazzabugli e le meschinità”

‘Apri gli occhi ‘I Grandi Maestri. 100 anni di fotografia Leica’

Immagini it.meetinghalfway.eu Fotogragia dalla mostra "I grandi maestri. 100 Anni di fotografia Leica" Dal 16 Novembre 2017 al 18 Febbraio 2018 ROMA LUOGO: Complesso del Vittoriano - Ala Brasini ENTI PROMOTORI: Arthemisia Contrasto COSTO DEL BIGLIETTO: intero € 12, ridotto e gruppi € 10, Guide con tesserino se non accompagnano un gruppo € 8, Universitari … Continua a leggere ‘Apri gli occhi ‘I Grandi Maestri. 100 anni di fotografia Leica’

“godi del poco che fai. Godi del nulla che hai, del poco che basta, giorno dopo giorno.”

Eureka! Ho trovato l’oro! Nel bel mezzo del pomeriggio esco per celebrare dalle suore alla casa di cura. La giornata ha vissuto di vento e grigio, per questo l’inedito che mi si è presentato dinnanzi agli occhi è stato uno squarcio d’incanto: il sole è basso, vicino al suo tramonto, e solo ora può mandare … Continua a leggere “godi del poco che fai. Godi del nulla che hai, del poco che basta, giorno dopo giorno.”

Ecco …

elogio della solitudine

leggiamounlibro.blogspot.it

Hallelujah Elisa

https://youtu.be/Xl_UJKT2wZc

Promemoria

i doni della morte (storia dei tre fratelli)

Titolo originale: The Tales of the Three Brothers)

C’erano una volta tre fratelli che viaggiavano lungo una strada tortuosa e solitaria al calar del sole. Dopo qualche tempo, i fratelli giunsero a un fiume troppo profondo per guardarlo e troppo pericoloso per attraversarlo a nuoto. Tuttavia erano versati nelle arti magiche, e così bastò loro agitare le bacchette per far comparire un ponte sopra le acque infide. Ne avevano percorso metà quando si trovarono il passo sbarrato da una figura incappucciata. E la Morte parlò a loro. Era arrabbiata perchè tre nuove vittime l’avevano appena imbrogliata: di solito i viaggiatori annegavano nel fiume.

Ma la Morte era astuta. Finse di congratularsi con i tre fratelli per la loro magia e disse che ciascuno di loro meritava un premio per essere stato tanto abile da sfuggirle.

Così il fratello maggiore, che era un uomo bellicoso, chiese una bacchetta più potente di qualunque altra al mondo: una bacchetta che facesse vincere al suo possessore ogni duello, uan bacchetta degna di un mago che aveva battuto la Morte! Così la Morte si avvicino a un albero di sambuco sulla riva del fiume, prese un ramo e ne fece una bacchetta, che diede al fratello maggiore.

Il secondo fratello, che era un uomo arrogante, decise che voleva umiliare ancora di più la Morte e chiese il potere di richiamare altri dalla Morte. Così la Morte raccolse un sasso dalla riva del fiume e lo diede al secondo fratello, dicendogli che quel sasso aveva il potere di riportare in vita i morti.

Infine la Morte chiese al terzo fratello, il minore, che cosa desiderava. Il fratello più giovane era il più umile e anche il più saggio dei tre, e non si fidava della Morte. Perciò chiese qualcosa che gli permettesse di andarsene senza essere seguito da lei. E la Morte, con estrema riluttanza, gli consegnò il proprio Mantello dell’Invisibilità.

Poi la Morte si scansò e consentì ai tre fratelli di continuare il loro cammino, e così essi fecero, discutendo con meraviglia dell’avventura che avevano vissuto e ammirando i premi che la Morte aveva loro elargito.

A tempo debito i fratelli si separarono e ognuno andò per la sua strada.

Il primo fratello viaggiò per un’altra settimana o più, e quando ebbe raggiunto un lontano villaggio andò a cercare un altro mago con cui aveva da tempo una disputa. Armato della Bacchetta di Sambuco, non potè mancare di vincere il duello che seguì. Lasciò il nemico a terra, morto, ed entrò in una locanda, dove si vantò a gran voce della potente bacchetta che aveva sottratto alla Morte in persona e di come essa l’aveva reso invincibile. Quella stessa notte, un altro mago si avvicinò furtivo al giaciglio dove dormiva il primo fratello, ubriaco fradicio. Il ladrò rubò la bacchetta e per buona misura tagliò la gola al fratello più anziano. E fu così che la Morte chiamo a sè il primo fratello.

Nel frattempo, il secondo fratello era tornato a casa propria, dove viveva solo. Estrasse la pietra che aveva il potere di richiamare in vita i defunti e la girò tra volte nella mano. Con sua gioia e stupore, la figura della fanciulla che aveva sperato di sposare prima della di lei prematura morte gli apparve subito davanti.

Ma era triste e fredda, separata da lui come un velo. Anche se era tornata nel mondo dei mortali, non ne faceva veramente parte e soffriva. Alla fine il secondo fratello, reso folle dal suo disperato desiderio, si tolse la vita per potersi davvero riunire a lei.

E fu così che la Morte chiamò a sè il secondo fratello.

Ma sebbene la Morte avesse cercato il terzo fratello per molti anni, non riuscì mai a trovarlo. Fu solo quando ebbe raggiunto una veneranda età che il fratello più giovane si tolse infine il Mantello dell’Invisibilità e lo regalò a suo figlio. Dopodichè salutò la Morte come una vecchia amica e andò lieto con lei, da pari a pari, congedandosi

da capitolo 21, pagg. 376, 377, 378)

https://youtu.be/-uvGxU9Nq3Y

Giuliana Campisi

View original post

Se la realtà è anche una battaglia di sogni rivali, a condurre la lotta dovrebbero essere i nostri incantesimi, il nostro silenzio e il nostro amore più alto.

Day of Small Things: Ben Okri On Being "Se la realtà è anche una battaglia di sogni rivali, a condurre la lotta dovrebbero essere i nostri incantesimi, il nostro silenzio e il nostro amore più alto.“ Riferimento: https://le-citazioni.it/autori/ben-okri/   Ben Okri Data di nascita: 15. Marzo 1959 Ben Okri è uno scrittore nigeriano. Viene generalmente considerato … Continua a leggere Se la realtà è anche una battaglia di sogni rivali, a condurre la lotta dovrebbero essere i nostri incantesimi, il nostro silenzio e il nostro amore più alto.

“Più forza alle persone” il valore della relazione può essere rinnovata, curata ed infine consolidata solo con la tenacia e il lavoro quotidiano…

«Cadere è la prima cosa che impariamo. La seconda è rialzarci» Il filmato sottolinea anche quanto sia determinante il valore della relazione che può essere rinnovata, curata ed infine consolidata solo con la tenacia e il lavoro quotidiano delle donne e degli uomini di Mps. Per questo motivo la Banca ha voluto fare loro un … Continua a leggere “Più forza alle persone” il valore della relazione può essere rinnovata, curata ed infine consolidata solo con la tenacia e il lavoro quotidiano…

Buchi neri, forse non ne sappiamo poi così tanto – Wired

Foto: Nasa   I buchi neri potrebbero essere più neri di quanto pensiamo. Almeno in senso figurato. Infatti, secondo una nuova ricerca delSandia National Laboratories di Albuquerque (New Mexico)apparsa su Physical Review Letters, queste entità potrebbero ancor più complicati di quanto si ritenesse. Più precisamente, le teorie riguardanti la fisica dello spazio che circonda immediatamente … Continua a leggere Buchi neri, forse non ne sappiamo poi così tanto – Wired