Carlo Maria Martini tra storia e poesia.

Carlo Maria Martini,

dal film di Ermanno Olmi

Ermanno Olmi racconta Carlo Maria Martini tra storia e poesia.

Post di Rossana Rolando.

La camera del cardinale Carlo Mari Martini,

dal film di Ermanno Olmi

Ermanno Olmi (1931-2018) racconta Carlo Maria Martini (1927-2012) in un film documentario, uscito nel marzo 2017, che commuove e avvicina con intensa liricità alla figura del cardinale. La voce di Martini – che ripercorre la propria biografia – è interpretata dallo stesso Olmi, con una sovrapposizione delle due grandi anime che aggiunge pathos alla narrazione e alle immagini.

La scena iniziale, sulla quale la telecamera indugia e ritorna più volte, inquadra un letto vuoto – con il sottofondo di un ticchettio d’orologio  e poi del Requiem di Verdi -, una finestra aperta sui rami di un albero mosso da una leggera brezza, una camera in cui si consuma la malattia e la fase terminale della vita di Martini. L’ansia della morte dà  avvio al lungometraggio (76 minuti) e coinvolge subito nella vicenda di una personalità gigantesca e umanissima insieme.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO POST CLICCA QUI

🌟Alcune citazioni dal film:

✱“Vedete sono uno di voi e come voi cerco di pensarci, all’ansia per quelle ultime ore, quando mi mancheranno le forze o magari mi spaventerò perché mi sentirò soffocare o avrò il timore di non controllare più le mie reazioni, il mio corpo, le mie parole”.

✱“… la formazione della mia vita religiosa, una formazione che ricordo con particolare gratitudine perché, da una parte era molto severa, austerissima, dall’altra era una formazione alla libertà, una formazione a scegliere attraverso la propria coscienza, al discernimento spirituale e intellettuale, rigorosa e insieme liberante”.

✱Motto episcopale di Carlo Maria Martini: “Pro veritate adversa diligere” (Per amore di verità accettare le avversità).

✱“Fin da quando avevo dieci anni mi fu chiara l’idea che dovevo dedicare a Dio tutta la mia vita…”.

✱“La parola di Dio è semplice, per questo ha solo bisogno di silenzio”.

✱“Mi rivolgo a quelli fra voi che hanno idea di cosa sia la nobiltà di pensiero: vi invito a considerare più da vicino il nostro dovere e la responsabilità del nostro compito…”.

✱“Chiamare dei non credenti a spiegare perché non credono. Io chiedevo non di credere o non credere, ma chiedevo: siete pensanti o non pensanti?”

✱“Mi sono riappacificato col pensiero di dover morire. La morte ci obbliga a fidarci totalmente di Dio”.

✱“La coscienza del mistero è la nostra unica certezza. Più in là non dobbiamo andare. E’ rinuncia, dirvi questo? E’ rassegnazione? No, è sincerità”.

🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟

Qui il link del film intero:

Vedete sono uno di voi.

http://gmzavattaro.blogspot.com/

🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟

Un pensiero su “Carlo Maria Martini tra storia e poesia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...