Non solo … ponti coperti (covered bridges)

Il Kintai Bridge, nella città di Iwakuni in Giappone, è un ponte in legno costruito nel 1673 che attraversa il fiume Nishiki, dichiarato tesoro nazionale nel 1922. Il ponte è composto da cinque sequenziali ponti ad arco in legno. Ciascuna delle tre campate centrale è di 35,1 metri, mentre le due campate di estremità sono 34,8 metri per una lunghezza totale di circa 175 metri con una larghezza di 5 metri. Le principali parti in legno del ponte sono stati coperti da lastre di rame per la durevolezza supplementare.

ITALIA

Ponte_Vecchio FI

Ponte_di_Rialto

Ponte_Vecchio_(Bassano_del_Grappa) VI

www.comune.bassano.vi.it/Vivi-la-citta/Da-vedere/Architetture/Ponte-degli-Alpini

Poi ci sono

I ponti di madison county

I ponti di Madison County

film del 1995 diretto da Clint Eastwoo

tratto dall’omonimo romanzo di Robert James Waller.

I ponti di Madison County è un romanzo best seller del 1992 di Robert James Waller che narra la storia di una donna sposata ma sola, che vive nella Contea di Madison negli anni sessanta e della relazione di questa con un fotografo del National Geographic che è in visita alla contea per un servizio fotografico sui celebri ponti coperti. Il romanzo è presentato come tratto da una storia vera, ma è un’opera di fantasia. Comunque, l’autore, in un’intervista, ha sottolineato le similitudini fra il romanzo ed il proprio vissuto.[1]

Il romanzo è uno dei bestseller del XX secolo, con 50 milioni di copie vendute nel mondo. Dal libro è stato tratto l’omonimo film e un musical rappresentato nel 2013 a Williamstown e l’anno successivo a Broadway.

www.simonasacri.com/author/simona-sacri

Cosa fare in Oregon: breve itinerario alla scoperta dei Covered Bridges, i “Ponti Coperti” più antichi e suggestivi dello stato

Tra i tanti itinerari, spunti e consigli relativi a cosa fare in Oregon sarebbe un vero peccato non prendere in considerazione – nell’organizzazione di un viaggio in questo incredibile stato – alcuni dei percorsi più suggestivi legati ai meravigliosi Old Covered Bridges.

Alludo ai cosiddetti “Vecchi” Ponti Coperti, quelle affascinanti strutture in legno con passerella, tetto spiovente e pareti, talvolta con finestre o addirittura balconate laterali, che venivano edificati su fiumi e dirupi per semplificare il passaggio e la circolazione di pedoni, carri e cavalli e che molti credono esistano in numero considerevole solo in New England.

Cosa fare in Oregon: un vecchio Ponte Coperto nei pressi di Brownsville

>>>continua

Dei 50 ponti coperti rimasti in Oregon circa una ventina sono collocati nella Lane County.

Un’area pianeggiante non molto ampia che si sviluppa a sud est di Eugene e che ad oggi detiene il primato del maggior numero di covered bridges originali rimanenti – incluso il Chambers Bridge, l’ultimo ponte coperto ferroviario rimasto – di qualsiasi contea a ovest del fiume Mississippi.

Si tratta di ponti risalenti per lo più ai primi due decenni del 1900, tutti iscritti nel National Register of Historic Places.

L’Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway è un percorso circolare di circa 60 km che include buona parte di questi ponti.

Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway

https://www.simonasacri.com/author/simona-sacri

Una delle cose che viene sistematicamente associata al New England -anche se la regione non ha affatto lesclusiva al riguardo- labbondanza di ponti coperti (covered bridges).

Lutilit di un ponte non c bisogno di spiegarla, immagino. E sulla copertura che uno qualche interrogativo se lo pone. A che pro farli coperti? Perch in una regione in cui il tempo inclemente gran parte dellanno, il tetto consente alla struttura di resistere meglio e pi a lungo agli agenti atmosferici e offre anche riparo ai viaggiatori. Forse avrei dovuto dire consentiva e offriva perch, ovviamente, queste motivazioni potevano avere un senso in passato. Oggi ce ne sarebbero di soluzioni alternative e allora perch mantenere questa usanza? La risposta alla domanda sta nella domanda stessa. Perch ormai una tradizione! I ponti coperti connotano il paesaggio del New England, fanno parte della storia e della cultura di questi luoghi. Tanto vero che hanno sempre rivestito funzioni aggiuntive; servono, o quantomeno sono serviti, ai pescatori per calare le loro lenze, ai bambini come trampolini di lancio per i loro tuffi, agli uccelli per nidificare in mezzo alle travi, ai cittadini per i loro balli collettivi.

Per non parlare poi del basso impatto ambientale. Oltre al fatto di essere costruiti con un materiale naturale quale il legno, molti sono belli da vedere. Nessun ponte in ferro o cemento sarebbe bello da vedere in un simile contesto. Il ponte di Brooklyn una meraviglia per carit ma a New York, non in mezzo alle colline del Massachusetts o tra i boschi del Vermont!

E inutile che stia qui ad annoiarvi con un lungo elenco di nomi. Se vi dovesse servire, potete trovarne uno su questo forum . Ulteriori informazioni si possono reperire su DiscoverNewEngland . In questa sede preferisco postarvi qualche foto

Foto from Flickr :

I by sometimes drywall ( Licenza )

II-VI by jcbwalsh ( Licenza )

www.americanpizzaparty.com/zone/blog/post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...