IL VERO VIAGGIO – MARCEL PROUST

“et cela nous le pouvons avec un Elstir, avec un Vinteuil, avec leurs pareils, nous volons vraiment d’étoiles en étoiles.”

“Questo noi lo possiamo fare con un Elstir, con un Vinteuil: con i loro simili, noi voliamo veramente di astro in astro.”

NonSoloProust

Monet Gare  Saint Lazare
Edouard Monet
La Gare Saint Lazare
1877

C’è una particolare frase di Marcel Proust contenuta ne À la recherche du temps perdu che sembra riscuotere un successo strepitoso e riguarda il viaggio.

Una delle parole chiave che da anni (non scherzo!) trovo adoperata più spesso dai visitatori che arrivano sul mio sito di Proust con Google o nel motore di ricerca interno al sito riguarda infatti il viaggio e ricevo con incredibile frequenza e-mail con le quali mi viene chiesto di fornire la trascrizione esatta e indicazioni circa la collocazione precisa, nell’opera di Proust, di una particolare frase che riguarda il viaggio.
Non può non sembrarmi bizzarro che delle tremila pagine della RTP una notevole percentuale delle richieste riguardi proprio questa frase.

Insomma la richiesta è talmente frequente che a questo punto ho deciso di mettere qui la citazione ed i riferimenti esatti.
Ho anche una motivazione utilitaristica per…

View original post 280 altre parole

L’unico vero viaggio, non è andare verso nuovi paesaggi, ma avere altri occhi

Le seul véritable voyage, le seul bain de Jouvence, ce ne serait pas d’aller vers de nouveaux paysages, mais d’avoir d’autres yeux, de voir l’univers avec les yeux d’un autre, de cent autres, de voir les cent univers que chacun d’eux voit, que chacun d’eux est.”

(La Prisonnière, Les Verdurin se brouillent avec M. de Charlus)

“L’unico vero viaggio, l’unico bagno di giovinezza, sarebbe non andare verso nuovi paesaggi, ma avere altri occhi, vedere l’universo con gli occhi di un altro, di cento altri, vedere i cento universi che ciascuno vede, che ciascuno è.”

(La Prigioniera, I Verdurin litigano con il signor di Charlus, trad. di Paolo Serini )
https://nonsoloproust.wordpress.com/2008/08/07/il-vero-viaggio-marcel-proust/

non c'è rosa senza spine By GiuMa

Bartimeo ci ricorda che anche noi siamo ciechi quando siamo ‘fissi nelle nostre idee’, non vediamo altro che quello che vogliamo, mendichiamo pensieri di altri senza sforzarci di averne uno nostro…

Bartimeo è cieco, mendicante e solo, seduto ai bordi della vita, dimenticato da tutti e senza speranza, per cui è normale sentirsi inferiori e aver paura del giudizio degli altri, ma ricorda che “niente e nessuno può farti sentire inferiore, a meno che tu glielo consenta”.

Da Bartimeo imparo che la fede è non dire mai ‘ormai’, che la fede è gridare, balzare in piedi, gettare il mantello, che fede è vedere con occhi nuovi, è credere in nuove possibilità, ricordando che “L’unico vero viaggio, non è andare verso nuovi paesaggi, ma avere altri occhi.

Marcel Proust

E così ci insegna una bimba di otto anni del Costarica che scrive:

<<Nella mia casa ci sono due stanze…

View original post 94 altre parole

Chi ha il coraggio di ridere, è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire…

Chi ha il coraggio di ridere, è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire…

Stanlio e Ollio

non c'è rosa senza spine By GiuMa

girobloggando.wordpress.com/2018/10/26/modern-times/

LA «RISOTERAPIA»

Il semplice rider alto vi dà una decisa superiorità sopra tutti gli astanti o circostanti, senza eccezione. Terribile ed awful è la potenza del riso; chi ha il coraggio di ridere, è padrone degli altri.

Giacomo Leopardi

La riflessione di oggi

Siamo abituati a considerarlo sgraziato e cupo, triste e malinconico, mentre fissa la luna in cielo. Eppure è Giacomo Leopardi nel suo Zibaldone a celebrare la forza contagiosa del riso. È pur vero che la frase finale completa del testo che ho citato suona così:

<<Chi ha il coraggio di ridere, è padrone degli altri, come chi ha il coraggio di morire>>.

E qui ritroviamo l’anima profonda del poeta di Recanati. Ma già questo paragone riesce a far brillare la forza di un atto che è tipico dell’uomo, perché – come diceva un poeta spagnolo del Cinquecento, Francisco de la Torre

– «solamente l’uomo ride…

View original post 181 altre parole

Citation : Le secret, l’esprit du langage – Ibn Khaldoun

“…quel pezzettino d’eternità che ci portiamo dentro..”

Etty Hillesum

You consider me the young apprentice
Caught between the Scylla and Charibdes
Hypnotized by you if I should linger
Staring at the ring around your finger
I have only come here seeking knowledge
Things they would not teach me of in college
I can see the destiny you sold turned into a shining band of gold
I’ll be wrapped around your finger
I’ll be wrapped around your finger
Mephistopheles is not your name
I know what you’re up to just the same
I will listen hard to your tuition
You will see it come to its fruition
I’ll be wrapped around your finger
I’ll be wrapped around your finger
Devil and the deep blue sea behind me
Vanish in the air you’ll never find me
I will turn your face to alabaster
When you’ll find your servant is your master
You’ll be wrapped around my finger
You’ll be wrapped around my finger
You’ll be wrapped around my finger

https://youtu.be/6scVohi0TYI

Wrapped_Around_Your_Finger

Tu mi consideri il giovane apprendista

Preso tra Scilla e Cariddi

Ipntizzato da te, se io indugiassi

Fisso quell’anello che hai al dito

Sono venuto qui solo per conoscere,

cose che non apprenderei a scuola

posso vedere il destino che hai venduto

trasformato in questo splendente legame d’oro

Mi avvolgerò tra le tue dita

Mi avvolgerò tra le tue dita

Mefistofele non è il tuo nome

Ma so che vorrai essere sempre la stessa

Ascolterò bene (a fatica) la tua intuizione

E vedrai come si risolverà…

The-Police_380/traduzione-Wrapped-Around-Your-Finger

La gioia è un momento, senza vincoli, senza tempo.

http://www.romena.it

🌹🌈🌎🙏🏻🌔🍀🌻

https://youtu.be/n-2tbvRsCUA

David Garrett

Aphadolie

Ibn Khaldoun (Illustration)

Ibn Khaldoun (1332 – 1406) / image pour illustration

« Le secret, l’esprit du langage, c’est-à-dire de l’expression et du message, consiste à communiquer des idées. Sans transmission de la pensée, le langage n’est qu’une terre morte. » [1]

Ibn Khaldoun, historien, sociologue, économiste, géographe, démographe, et homme d’État d’origine arabe


Paysage


Référence :

[1] Discours sur l’histoire universelle (Al-Muqaddima)

View original post

🍂💕🍁Sweet🍁 November…🍂

https://youtu.be/_WYwB1qRgLM

Tuscany, Italy.

L’oro del mattino

14067434_10154466435592661_4610168133015144678_n

Il sentiero e altre filastrocche.

è il silenzio l’oro del mattino
il silenzio 
e il profumo delle donne 
per le strade
sotto le arcate
che si sparge come un’onda
senza risacca
come un’ora
non segnata
come il respiro
di una camminata calma
e senza meta

E’ una delle filastrocche contenute nel libro “Il sentiero e altre filastrocche”, scritto da Gianmaria Testa. Sono fiabe e poesie per i bambini che sono negli adulti e chi non è bambino anche da adulto si vede che non ha mai trovato la voglia di crescere.

https://youtu.be/2ONYgYV5woY

Colonna sonora: Dentro la tasca di un qualunque mattino By Gianmaria Testa

piovecolsole

14067434_10154466435592661_4610168133015144678_nè il silenzio l’oro del mattino
il silenzio
e il profumo delle donne
per le strade
sotto le arcate
che si sparge come un’onda
senza risacca
come un’ora
non segnata
come il respiro
di una camminata calma
e senza meta

E’ una delle filastrocche contenute nel libro “Il sentiero e altre filastrocche”, scritto da Gianmaria Testa. Sono fiabe e poesie per i bambini che sono negli adulti e chi non è bambino anche da adulto si vede che non ha mai trovato la voglia di crescere. Colonna sonora: Dentro la tasca di un qualunque mattino By Gianmaria Testa

View original post

L’oro del mattino

https://www.youtube.com/watch?v=li44mqWSaaI

È il silenzio l’oro del mattino…

non c'è rosa senza spine By GiuMa

https://youtu.be/4f_4HW340Cw

Nella tasca di in qualunque mattino

 
 
È il silenzio l’oro del mattino
il silenzio
e il profumo delle donne
per le strade
sotto le arcate
che si sparge come un’onda
senza risacca
come un’ora
non segnata
come il respiro
di una camminata calma
e senza meta

 
Es el silencio el oro de la mañana
el silencio
y el perfume de las mujeres
en las calles
bajo los portales
que se esparce como una ola
sin resaca
como una hora
no marcada
como el respiro
de una caminata calma
y sin meta
 
Traduzione di Antonio Nazzaro

www.laboratoripoesia.it/gianmaria-testa-italia-itaespa/

https://youtu.be/ZmsB1q4jUyw

Da questa parte del mare

Un viaggio struggente, per storie e canzoni, sulle migrazioni umane. Un piccolo e intensissimo libro piú potente di mille chiacchiere.

>>> Seminatori di grano

www.einaudi.it/pdf

View original post

Vedere un essere umano che realizza un sogno è una cosa meravigliosa. Come andare sulla Luna o scoprire l’America: questo è il motivo per cui noi siamo qui»

🍀Donne 🌹Donne 🌻Donne💗 tamara-lunger " Sono una sognatrice innamorata delle montagne " https://youtu.be/aSyjmM0iYMo Padre Nostro don Marco Pozza e Tamara Lunger " Ogni momento che trascorro in montagna mi rende più consapevole di chi sono e più grata alla vita" TAMARA LUNGER Nata a Bolzano nel 1986, figlia di un noto scialpinista italiano, ha vissuto … Continua a leggere Vedere un essere umano che realizza un sogno è una cosa meravigliosa. Come andare sulla Luna o scoprire l’America: questo è il motivo per cui noi siamo qui»

Leonard Cohen /Fabrizio De Andrè

🎼🎵🎶🎵🎶

Il Canto delle Muse

Il brano di Leonard Cohen “Famous Blue Raincoat” è una sorta di lettera indirizzata all’uomo che era stato l’amante della moglie e a commento del testo riporto le dichiarazioni dello stesso Cohen tratte da un’intervista del 1994 alla BBC:

“Il problema di ‘Famous Blue Raincoat’ è che ho completamente dimenticato con chi fosse il triangolo amoroso. Che fosse il mio è certo. Ho sempre avvertito la presenza di un uomo invisibile che seduceva la donna con cui stavo; ora, se fosse un uomo vero o un’invenzione della mia mente, non ricordo. Ho sempre pensato di giocare quel ruolo nella relazione di un’altra coppia o che ci sarebbe stata una figura di quel tipo in relazione al mio matrimonio. Non mi ricordo bene (ma avevo questo sospetto che ci fosse sempre un terzo partito, a volte io, a volte un altro uomo, a volte un’altra donna)”.

Di questa splendida canzone esiste…

View original post 59 altre parole

Affidati

tavolozza di vita

buddha_reflect.jpg

Affidati al messaggio del maestro, non alla sua personalità
Affidati al senso, non alle parole
Affidati al senso reale, non a quello temporaneo
Affidati alla tua mente di saggezza, non a quella ordinaria che giudica.

Buddha Siddhārtha Gautama

Assigned to the message of the teacher, not his personality
Rely on sense, not the words
Rely on real sense, not to the temporary
Rely on your wisdom mind, not with the ordinary judges.

Siddhārtha Gautama Buddha

View original post

Poter riacciuffare un pezzo del passato, costringerlo ad esserci di nuovo. Questo il movente delle mie storie.

https://youtu.be/okxw--p4cmw Di la del vetro NAPOLIDE La nostra intervista allo scrittore Erri De Luca, autore e protagonista di "Di là dal vetro", il cortometraggio prodotto dall'Antico Pastificio Garofalo, che ha aperto ieri l'ottava edizione delle Giornate degli autori al 68° Festival del Cinema di Venezia. A raccontarci la pellicola, oltre allo scrittore napoletano, ci sono … Continua a leggere Poter riacciuffare un pezzo del passato, costringerlo ad esserci di nuovo. Questo il movente delle mie storie.

MODERN TIMES

LA STORIA DI 'TERMPI MODERNI' distribuzione.ilcinemaritrovato.it/per-conoscere-i-film/tempi-moderni/una-colonna-sonora/ Modern Times Paese: Usa Lingua originale: Inglese Anno: 1936 Durata: 87 minuti  Colore: Bianco/Nero Audio: Muto - Sonoro Genere: Commedia, Sentimentale Regia: Charlie Chaplin Sceneggiatura: Charlie Chaplin Musica: Charlie Chaplin Soggetto: Charlie Chaplin  Montaggio: Charlie Chaplin Fotografia: Roland Totheroh, Ira MorganAttori: Charlie Chaplin: l’operaio Paulette Goddard: la monella Stanley J. Saford: Big Bill Henry Bergman: proprietario del ristoranteTramaCatena di montaggio. Uno sventurato operaio … Continua a leggere MODERN TIMES

PAGINEBIANCHE… di Luce

Luigi Verdi: “Anche chi non crede può dire per sempre”

La speranza dilata il tempo e avvicina il cielo; anche questa risuona nel cuore dell’uomo, come un’eco: senza speranza si muore prima, si muore pur essendo vivi.

non c'è rosa senza spine By GiuMa

lodi-del-mattino-alle-prime-luci

Lodi del mattino

Alle prime luci faccio colazione con te sulla riva con quello che, nel buio delle notti, miracolosamente ho pescato. Alle prime luci salgo con te sul monte, e il tuo volto trasfigurato mi consegna un annuncio di gioia. Alle prime luci come la vita si affida al giorno, io mi affido alla tua tenerezza. Alle prime luci entra nel mio cuore che ti attende, come un raggio di luce, come uno sguardo. Alle prime luci rendimi fedele nel poco per mantenermi, oggi, fedele nel molto. Alle prime luci rimani al mio fianco. Che non sia un giorno sterile, ma consumato.

lode-del-mattino-e-della-sera

Quando ti occupi degli altri, 🔆la Luce🔅 si occupa di te.

Karen Berg

#buongiornoromena

– La speranza dilata il tempo e avvicina il cielo; anche questa risuona nel cuore dell’uomo, come un’eco: senza speranza si muore prima, si muore pur essendo vivi

View original post 188 altre parole

Ho contato i miei anni

pensieriinlibertà

“Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.

Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.

Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…

Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.

Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità. Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.

Non tollero i manipolatori e gli opportunisti. Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.

Odio, se mi capita…

View original post 213 altre parole

Système solaire : Embarquement immédiat

🌕🌞🌏🔆🌍🌔🌎🌙

Aphadolie

Time : 2 mn 28


Système solaire

 

Système solaire - 1

Embarquement immédiat

Découvrez le Système solaire : c’est un voyage incroyable auquel nous nous invitons. Nous partirons du Soleil pour nous arrêter devant Pluton.

Entre le Soleil et Pluton, découvrons les 9 planètes de notre Système solaire. N’oublions pas que ce monde étrange est le nôtre…

Mercure, un monde des extrêmes

Mercure est la plus petite planète du Système solaire et la plus proche du Soleil : entre 47 et 70 millions de kilomètres. Sur cette planète où l’année dure 3 mois, le Soleil apparaît dans le ciel 3 fois plus grand que sur Terre. Il y a 600 °C d’écart entre le jour et la nuit.

 

Vénus, la brulante

Située en moyenne à 108 millions de kilomètres du Soleil, Vénus est la planète la plus chaude du Système solaire. Il règne sur cette sœur jumelle de…

View original post 282 altre parole

L’albero dell’amore

l’Albero di Natale di leonid afremov

💗Il Santo Natale 💗

Non sono Carrie,sono una Mamma.

Da bambina adoravo il periodo Natalizio, ero convinta che Babbo Natale scendesse dal camino, e che la Befana entrasse di notte in camera per lasciare i doni sul letto. Era così , il mio dolce Natale da piccina.

C’era un’atmosfera speciale in casa, di semplicità, di stupore, di caldi abbracci e credenze . Purtroppo, noto , che oggi molte famiglie ,insegnano ai propri figli , fin dai primi anni di vita, che babbo natale e la befana non esistono. Quanto è triste questa cosa?.. Io, ci ho creduto per molto tempo, e la mia è stata una di quelle infanzie che oggi potrei definire come Favolosa. Erano gli anni ottanta, gli anni più belli credo(a parte i capelli delle nostre mamme e le giacche dei nostri padri!! )Giorno cinque gennaio , di ogni anno, io e mio fratello, dormivamo nel lettone con mamma e papà, solo in questa occasione potevamo…

View original post 173 altre parole

PAGINEBIANCHE… di Fuoco

non c'è rosa senza spine By GiuMa

Pagine bianche:

Le tue Parole di Fuoco innamorate.

Luigi Verdi

Don Luigi Verdi: “Gli invincibili sono coloro che cadono di continuo e di continuo si rialzano”

don-luigi-verdi-gli-invincibili-coloro-cadono-continuo-continuo-si-rialzano/

imagesCAV04ZPC 

Tutti vogliamo essere amati,

se questo non accade, essere ammirati,

se questo non accade, essere temuti,

se questo non accade, essere odiati e disprezzati.

Vogliamo risvegliare un’emozione

nell’altro, quale che sia.

L’anima rabbrividisce davanti al vuoto

E cerca il contatto a qualsiasi prezzo.

Hjalmar_Sderberg

Da:

sabrinacostantinipsicologia.over-blog.it

L’autunno infuocato dai boschi di mille colori…

L’arancio l’oro, l’odore del fuoco…

L’autunno ha l’anima del fuoco

I frutti colorati dell’autunno

Immagini dal web

appuntario.blogspot.com/2015/01/leonid-afremov

i quadri sono di : Leonid Afremov

View original post