I luoghi di Romena

Giorno per giorno
da Il dolore di Giuseppe Ungaretti

Mai, non saprete mai come m’illumina
L’ombra che mi si pone a lato, timida,
Quando non spero più…

cinquepassi.org/antologia/giorno-giorno-giuseppe-ungaretti

C’è una crepa in ogni cosa .

É lì che entra la luce.

Anthem Leonard Cohen

non c'è rosa senza spine By GiuMa

L’universo non ha un centro,

ma per abbracciarsi si fa così:

ci si avvicina lentamente

eppure senza motivo apparente,

poi allargando le braccia,

si mostra il disarmo delle ali,

e infine si svanisce,

insieme,

nello spazio di carità tra te e l’altro.

(Chandra Livia Candiani)

www.romena.it

Oltre la strada che passa di fronte alla Pieve, c’è la Casa Colonica dove un tempo vi abitava il fattore che amministrava i terreni di Romena.

Nella casa colonica sono stati creati vari locali adibiti all’accoglienza degli ospiti e pure tre piccole cappelle: Nazareth, Tenerezza e Misericordia.

Gesù era un falegname e don Luigi ha voluto creare un ambiente di preghiera che ricordasse questa sua origine..

Nella sala Tenerezza c’è l’immagine della Madonna. Il suo dolce sguardo non può che ispirare questo sentimento. È tratta da un particolare del famoso quadro “L’Annunciata di Palermo” di Antonello da Messina, realizzato attorno al 1475 e conservato…

View original post 69 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...