“Faber” 🎼🎵🎶Fabrizio De André

>>> www.amica.it/2019/01/10/anniversario-fabrizio-de-andre-donne

Faber: in un libro Fabrizio De André raccontato da colleghi e amici >>>

www.msn.com/it-it/video

https://youtu.be/nOYaFt3mxnY
🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹🌹

#BuongiornoRomena con un verso di Fabrizio De Andrè

“E l’amore ha l’amore come solo argomento”

Raitre, per la serie ”Ritratti” di Giancarlo Governi, ”Fabrizio De Andre’ – Questa di Fabrizio e’ una storia vera”

Fabrizio De Andre’ era un personaggio speciale, una persona che, a distanza di anni dalla sua morte, fa sentire di aver lasciato un grande vuoto culturale. Soprattutto e’ venuto a mancare un punto di riferimento per i giovani che dalla canzone vogliono qualcosa di piu’ di un semplice momento di relax o di esaltazione ritmica. 

E’ venuto a mancare colui che con modi colti ma allo stesso tempo popolari faceva arrivare al pubblico un messaggio di poesia alta e di contenuti precisi. La produzione di Fabrizio De Andre’ e’ vastissima: ha lasciato 16 album che comprendono quasi 200 canzoni. Su di lui sono stati scritti piu’ di venti libri, e centinaia di articoli. Alcune sue canzoni sono finite nelle antologie della letteratura italiana...

www.raiplayradio.it

Caro Fabrizio De André, ci manchi. Oggi più che mai

di Giancarlo Boero

Sono trascorsi 20 anni senza di te. Vent’anni senza Fabrizio DeAndrè. De Andrè amante del piacere e dell’amore. De Andrè voce di esclusi e puttane. De Andrè amico della vita e fratello della morte. Proprio lei, “Sorella Morte”, ti ha portato via troppo presto.

Quando la Morte mi chiamerà
forse qualcuno protesterà
dopo aver letto nel testamento
quel che gli lascio in eredità
Il testamento, Volume VIII, 1968

…continua

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/10/caro-fabrizio-de-andre-ci-manchi-oggi-piu-che-mai/4888681/amp/

🌞🍀🌞🍀🎼🎶🎵🍀🌞🍀🌞

20 anni senza De Andrè, il figlio Cristiano a TPI: “Ogni giorno parlo con mio padre” 

Intervista al figlio del grande cantautore: “L’eredità artistica che mi ha lasciato è un dono, è stata fatica, ma senza fatica non si arriva a niente”

Cristiano De André e il padre Fabrizio

“E come tutte le più belle cose / vivesti solo un giorno come le rose”. Era l’11 gennaio 1999, quando la musica italiana perdeva il suo amico fragile. Una terribile malattia portava via con sé, troppo presto, il cantore della libertà, il poeta che ha regalato con i suoi versi l’eternità agli sconfitti e alle loro piccole storie di periferia.

Con lo sguardo rivolto verso l’utopia, ma con la penna ben radicata a terra, Fabrizio De André ha narrato la realtà come pochi altri, scavando la bellezza negli occhi degli ultimi, degli emarginati e delle prostitute. A vent’anni dalla sua scomparsa, a ricordarlo oggi è Cristiano, artista di prim’ordine nonché figlio del primo amore di Fabrizio, oggi in tour con ‘Storia di un impiegato. De André canta De André’.

Qual è la cosa più importante che suo padre le ha lasciato?

L’eredità artistica che mi ha lasciato è un dono, è stata fatica, ma senza fatica non si arriva a niente. Oggi posso dire, a 56 anni, lavorando sono arrivato a dimostrare alla gente che potevo emozionarla e per me questa è una grande cosa. Voglio ricordarlo attraverso le sue canzoni, il modo migliore è comunicare la sua musica, la dimensione artistica, su cui diventa più semplice incontrarsi

Qual è l’immagine che le viene in mente quando pensa a suo padre?

Mio padre aveva orari tutti suoi, dormiva di giorno e scriveva di notte, non lo vedevo molto. Paradossalmente lui se ne è andato quando ci eravamo avvicinati, mi aveva chiesto di dirigere la parte musicale del tour ‘Anime salve’. Però ancora oggi gli parlo ogni giorno.

Era un poeta, si è sempre occupato degli altri, degli emarginati, ha scritto contro le guerre, con il suo talento ha toccato livelli molti alti e ha indicato le coordinate per una strada giusta...

Continua

www.tpi.it/2019/01/10/fabrizio-de-andre-figlio-cristiano

Salvini ricorda De André citando ‘Il Pescatore’. Sui social: ‘Sicuro di averla capita?’

In molti ironizzano invitando il ministro a rileggere l’intero testo

Anche Matteo Salvini ricorda Fabrio De André a 20 anni dalla morte. E lo fa citando l’incipit del ‘Pescatore’.

 

In molti, nei commenti, ironizzano però invitando il ministro a rileggere l’intero testo che parla di un pescatore che divide pane e vino con un assassino. ‘Sei sicuro di averla capita?’, dicono.

Eccone alcuni:

>>> http://www.ansa.it

2 pensieri su ““Faber” 🎼🎵🎶Fabrizio De André

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...