Fiume Sand Creek

FIUME SAND CREEK – Fabrizio De Andrè

“Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura fu un generale di vent’anni occhi turchini e giacca uguale fu un generale di vent’anni figlio d’un temporale C’è un dollaro d’argento sul fondo del Sand Creek. I nostri guerrieri troppo lontani sulla pista del bisonte e quella musica distante diventò sempre più forte chiusi gli occhi per tre volte mi ritrovai ancora lì chiesi a mio nonno è solo un sogno mio nonno disse sì A volte i pesci cantano sul fondo del Sand Creek Sognai talmente forte che mi uscì il sangue dal naso il lampo in un orecchio nell’altro il paradiso le lacrime più piccole le lacrime più grosse quando l’albero della neve fiorì di stelle rosse Ora i bambini dormono nel letto del Sand Creek Quando il sole alzò la testa tra’ le spalle della notte c’erano solo cani e fumo e tende capovolte tirai una freccia in cielo per farlo respirare tirai una freccia al vento per farlo sanguinare La terza freccia cercala sul fondo del Sand Creek Si son presi il nostro cuore sotto una coperta scura sotto una luna morta piccola dormivamo senza paura fu un generale di vent’anni occhi turchini e giacca uguale fu un generale di vent’anni figlio d’un temporale Ora i bambini dormono sul fondo del Sand Creek” Sand Creek River “They are taken our hearts under a dark blanket Under a moon died young we were sleeping without fear Was a general of twenty years blue eyes and the same jacket Was a general of twenty years son of a storm There is a dollar silver on the bottom of Sand Creek Our warriors too far on the track of bison And that distant music became ever stronger I closed my eyes for three times I found myself again here I asked my grandfather if this was just a dream My grandfather said yes Sometimes the fish sing on the bottom of the Sand Creek I dreamed so strong that blood went out from my nose The lightning in one ear in the other paradise Tears smaller Tears largest When the tree of snow flourished of red stars Now the children are asleep in the bed of Sand Creek When the sun rose the head between the shoulders of the night there were only dogs and smoke and tends flipped I shooted an arrow toward the sky to make it breathe I pulled an arrow in the wind to make it bleed The third arrow look for it on the bottom of the Sand Creek They are taken our hearts under a dark blanket Under a moon died young we slept without fear Was a general of twenty years blue eyes and the same jacket Was a general of twenty years son of a storm Now the children are asleep on the bottom of Sand Creek”

Leggenda di Natale – Fabrizio De Andrè

 

Fiume Sand Creek – Fabrizio De Andrè

1981 Fabrizio De Andrè (Indiano)

Racconta dello sterminio di un popolo che si chiama Indiani d’America. L’episodio descritto è un piccolo massacro di un centinaio di donne, bambini e vecchi – i guerrieri erano a caccia – perpetrato da un certo colonnello Chiwington, il quale, per questo ed altri meriti patrii, fu poi insignito di varie onorificenzee fu eletto al Senato degli Stati Uniti. [Presentando il brano durante il tour del ’91] Arrangiamenti: Mark Harris – Oscar Prudente Art Director: Fabrizio De Andrè Assistente artistico: Pietro Pellegrini Batteria: Gabriele Melotti Basso Elettrico: Pier Michelatti Chitarra acustica ed elettrica:Tony Soranno Tastiere: Mark Harris Programmazione sintetizzatori: Aldo Banfi Programmazione Oberheim: Pietro Pellegrini Percussioni: Maurizio Preti Armonica in “Quello che non ho”: Handy Forrest Basso acustico in “Franziska” e “Hotel Supramonte”: Bruno Crovetto Basso elettrico in “Canto del servo pastore”: Paolo Donnarumma Chitarra acustica in “Franziska”: Massimo Luca Chitarra elettrica in “Se ti tagliassero a pezzetti” e “Canto del servo pastore”:Claudio Bazzari Chitarra acustica in “Franziska” e “Hotel Supramonte”: Fabrizio De Andrè Violino in “Hotel Supramonte”: Sergio Almangano Violino Pizzicato in “Fiume Sand Creek”: Cristiano De Andrè Cori:Dori Ghezzi, Mara Pacini, Massimo Bubola, Mark Harris, Oscar Prudente e Fabrizio De Andrè Registrato e mixato nei mesi di giugno a luglio 1981 agli “Stone Castle Studios” di Carimate da Ezio De Rosa. Assistente di studio: Daniele Falconi. La caccia al cinghiale è stata registrata in Gallura nel mese di gennaio 1981 grazie alla Compagnia di caccia di Marco Lattuneddu. Grazie e Sandro Colombini che a rischio di fucilate e fratture multiple, sprezzando il pericolo di un’indigestione ci ha aiutati nella registrazione della caccia.

Un pensiero su “Fiume Sand Creek

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...