Vi aspetto presto a scuola… Domenico Squillace

Immagine
F. Gonin, L’inchiesta del Tadino

“Era in quel giorno morta di peste, tra gli altri,
un’intera famiglia. Nell’ora del maggior concorso,
in mezzo alle carrozze, i cadaveri di quella famiglia furono, d’ordine della SanitĂ , condotti al cimitero suddetto, sur un carro, ignudi, affinchĂ© la folla
potesse vedere in essi il marchio manifesto
della pestilenza. Un grido di ribrezzo, di terrore,
s’alzava per tutto dove passava il carro;
un lungo mormorìo regnava dove era passato;
un altro mormorìo lo precorreva. La peste fu più creduta: ma del resto andava acquistandosi
fede da sĂ©, ogni giorno di piĂą; e quella riunione medesima non dovĂ© servir poco a propagarla…”

promessisposi.weebly.com/capitolo-xxxi

non c'è rosa senza spine By GiuMa

“La peste che il tribunale della sanità aveva temuto che potesse entrar con le bande alemanne nel milanese, c’era entrata davvero, come è noto; ed è noto parimente che non si fermò qui, ma invase e spopolò una buona parte d’Italia…..”
capitolo 31 dei Promessi sposi

www.romena.it

BuongiornoRomena

Questa è la magistrale lettera che il preside del liceo Volta di Milano, Domenico Squillace, ha scritto alle studentesse e agli studenti della scuola e pubblicato sul sito.

“La peste che il tribunale della sanità aveva temuto che potesse entrar con le bande alemanne nel milanese, c’era entrata davvero, come è noto; ed è noto parimente che non si fermò qui, ma invase e spopolò una buona parte d’Italia…..”

Le parole appena citate sono quelle che aprono il capitolo 31 dei Promessi sposi, capitolo che insieme al successivo è interamente dedicato all’epidemia di peste che si abbatté su Milano nel 1630. Si…

View original post 545 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...