Un filo di luce

www.facebook.com/FraternitadiRomenaOnlus/photos/a.118570244971612/1856778954484057/

#buongiornoromena

UN FILO DI LUCE

Io sono stanco della mia paura. Mi sembra che il mio cuore non ce la fa più. Mi pare sempre più possibile morire per sfinimento. In certi momenti non sai che fartene della tua vita.

[…] So che sono solo momenti, ma ho paura che le pause tra un terrore e l’altro diventino sempre più brevi. Mi devo lanciare in una vita nuova e nello stesso tempo ne ho paura, coltivo la fantasia di stare qui come un rudere, di non combattere più.

Poi penso agli altri, penso a chi ha subito un lutto grande, penso a chi ha perso un amore e la mia vita com’è adesso mi sembra un lusso. Mi rianimo.

Non contano i grandi orizzonti futuri, conta che il tuo cavallo ti butta giù e tu provi a risalire, contano questi minimi assalti allo sgomento: può accadere che qualche volta ti senti meglio, appena un poco, appena un filo di luce che cambia il giro del giorno. Sei come un granello in una danza di polvere.

Ora provo a riparlare al piccolo me chiuso nel mio cuore.

Proviamo a credere in questa giornata, in fondo è una sola e poi arriva la notte. In fondo è fatta di qualche curva e qualche piccola salita.

tratto da “La cura dello sguardo” di Franco Arminio – PAESOLOGO

📗 https://www.bompiani.it/catalogo/la-cura-dello-sguardo-9788830104464

www.romena.it

Preghiera

Ti incontro là, nella

profondità dell’essere

dove nessun uomo

assomiglia agli altri,

e dove si può

camminare a piedi nudi.

Ti incontro là, in ogni

umile aurora, dove mi

aiuti essere colui che

avanza senza

disperazione, dove mi

doni la forza di non

soccombere alla tristezza

e mi precedi su vie di pace.

Ti incontro là, dove il tuo

sguardo mi guarisce

dalla paura che mi rende

mediocre nell’amore.

Ti incontro là, dove è

naturale la sincerità del

cuore e i miei giorni non

si dissipano nella vanità,

né i miei anni nella

tristezza.

Ti incontro là, nella

profondità dell’essere,

dove Tu e io siamo ciò

che abbiamo sempre

sperato: gesti e sincerità, finalmente amore.

Luigi Verdi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...