Primavera … Mai rivestì di tante gemme l’erba la novella stagion che’l mondo aviva.

Mai rivestì di tante gemme l’erba
la novella stagion che ’l mondo aviva. ( A. Poliziano) Con questi versi comincia il nostro video sulla Primavera. www.facebook.com/uffizigalleries

Standing ovation.👏👏👏👏 complimenti Dssa De Caro.
per la sua meravigliosa descrizione.. Interessantissimi questi dettagli botanici.

Esistono affinità fra lo stile di Poliziano e la pittura di artisti suoi contemporanei, in particolare, di Botticelli, come sottolinea Asor Rosa[1].L’interesse di entrambi è rivolto soprattutto alla natura, al paesaggio, ai boschi, agli animali, che vengono descritti nei minuti particolari mentre il carattere e i sentimenti dei personaggi sono solo accennati; le figure del mito (ninfe, dee, eroi) sono molto frequenti e hanno spesso significato allegorico. Prendiamo come esempio il dipinto di Botticelli La Primavera e il primo libro delle Stanze di Poliziano, dove viene descritto il regno di Venere. www.viv-it.org/schede/angelo-poliziano-e-sandro-botticelli

Un pensiero su “Primavera … Mai rivestì di tante gemme l’erba la novella stagion che’l mondo aviva.

Rispondi a giuma56 Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...